Come sappiamo le scale mobili vengono utilizzate nei cantieri temporanei o mobili per effettuare lavori in quota qualora non sia possibile utilizzare attrezzature più sicure, e la scelta di un modello piuttosto che un altro varia a seconda della tipologia di lavoro da effettuare. Ovviamente, come ogni attività effettuata in quota, si presenta il rischio di caduta per il lavoratore, oltre che il rischio per chi si trova al di sotto dell’attrezzatura, per questo vi sono dei protocolli di sicurezza da adottare previsti dalle normative sulla sicurezza sul lavoro. Una scala pensata e progettata proprio per tutelare l’incolumità degli addetti ai lavori, è la scala con gabbia, funzionale da utilizzare e con numerosi vantaggi per coloro che intendono raggiungere un posto di lavoro posto in quota.


Cosa dice la normativa sulle scale a gabbia?



Il D.Lgs 81/08 in merito alla sicurezza sul posto di lavoro, e nello specifico riguardo le scale affronta ovviamente i pericoli ad essa attribuiti in quota e sottolinea il dovere del datore di lavoro di saper identificare, riconoscere e stimare la tipologia del lavoro da eseguire e quindi di scegliere l’attrezzo più adatto e sicuro adeguato, oltre che mettere a norma tutte le scale vecchie secondo quanto riportato dalla normativa. Nel dettaglio il D.Lgs 81/08 (articolo 113) enuncia che: “Le scale a pioli di altezza superiore a m 5, fissate su pareti o incastellature verticali o aventi una inclinazione superiore a 75 gradi, devono essere provviste, a partire da m 2,50 dal pavimento o dai ripiani, di una solida gabbia metallica di protezione avente maglie o aperture di ampiezza tale da impedire la caduta accidentale della persona verso l’esterno. La parete della gabbia opposta al piano dei pioli non deve distare da questi più di cm 60. I pioli devono distare almeno 15 centimetri dalla parete alla quale sono applicati o alla quale la scala è fissata. Quando l’applicazione della gabbia alle scale costituisca intralcio all’esercizio o presenti notevoli difficoltà costruttive, devono essere adottate, in luogo della gabbia, altre misure di sicurezza atte ad evitare la caduta delle persone per un tratto superiore ad un metro”.


Le scale a gabbia Svelt



Per scale a gabbia (o alla marinara), intendiamo delle scale fisse a pioli in grado di consentire all’operatore di accedere in quota oppure sbarcare in un luogo posto in quota, es. copertura di edificio. Proprio perché installate in verticale, o anche con un’inclinazione non inferiore ai 75 gradi, possono causare il rischio di caduta accidentale da parte degli addetti ai lavori e devono quindi essere provviste di una gabbia di protezione, che come dicevamo è obbligatoria per tutte le scale a pioli di altezza superiore a 5 metri. Solitamente sono dotate anche di uno sportello inferiore chiudibile con lucchetto e vengono utilizzate soprattutto per accedere a luoghi che, per la loro altezza, non sono facilmente raggiungibili, come

- tetti industriali e civili
- capannoni
- terrazze
- facciate
-  piattaforme
- carroponti
- impianti di illuminazione
- cisterne interrate o esposte
- pozzi e silos sotterranei
- fogne
- parcheggi sotterranei
- macchinari


Le scale a pioli fisse e modulari Svelt, azienda leader nel settore a Bagnatica in provincia di Bergamo, sono in alluminio con saldature a TIG certificate, robuste e resistenti agli agenti atmosferici e costruite con i più alti standard di sicurezza e qualità per durare nel tempo. Facilissime da montare, sono dotate di etichette, manuale d’uso e manutenzione e certificato di collaudo secondo le normative italiane. Potete visitare il nostro sito www.svelt.it per visionare tutti i nostri prodotti e leggere nel dettaglio tutte le loro caratteristiche, inviarci un email all’indirizzo svelt@svelt.it per richiedere un preventivo o chiamare al numero 035 681104 per avere maggiori informazioni dal nostro team di esperti.