Quando si lavora in quota con le piattaforme aeree ci può essere sempre un rischio di caduta dall’alto. Per questo secondo la normativa vigente è necessario che le attrezzature siano sempre idonee al lavoro da svolgere, che subiscano ripetuti controlli e verifiche, e soprattutto che il personale addetto sia adeguatamente formato e possegga i requisiti necessari per lavorare in sicurezza per la sua vita e quella degli altri. A fronte di ciò, coloro che conducono le piattaforme devono rispettare quindi alcuni parametri necessari che riguardano nello specifico le condizioni psicofisiche, l’abbigliamento e le competenze.


Requisiti fondamentali del conducente


Come dicevamo, guidare queste piattaforme richiede una grande attenzione e una formazione adeguata per non commettere errori che potrebbero compromettere la sua incolumità e quella degli altri. Le sue condizioni di salute psicofisiche
devono essere ottimali, ed è quindi opportuno evitare:


  • un’alimentazione che gli procuri problemi di digestione
  • bere alcolici e superalcolici prima e durante lo svolgimento delle attività lavorative (neanche in pausa) che possano minare le funzioni cerebrali come attenzione, valutazione, elaborazione e percezione. Non a caso il limite legale del tasso alcolemico durante il lavoro in quota è di 0,0 grammi per litro
  • assumere droghe o sostanze psicotrope
  • assumere farmaci o psicofarmaci che possano procurare sintomi come sonnolenza e abbassamento delle capacità sensoriali
  • utilizzare il cellulare o dispositivi elettronici durante il lavoro


Per quanto riguarda invece l’abbigliamento, quest’ultimo deve essere idoneo al lavoro in questione e quindi non deve comprendere abiti svolazzanti o in fibre sintetiche o accessori non richiesti, tra cui anche gioielli, che possano impigliarsi nei comandi della macchina. Inoltre per legge devono indossare:


  • elmetto copricapo dotato di sottogola
  • scarpe antinfortunistiche con sistema di sfilamento rapido
  • imbragatura di sicurezza con fune di trattenuta
  • guanti


Le giuste competenze e la formazione adeguata



Il lavoratore addetto deve essere adeguatamente formato e addestrato sotto molteplici punti di vista:

  • Saper analizzare e valutare tutti i rischi presenti sul luogo di lavoro
  • Saper collaborare e lavorare con le altre professionalità addette alla sicurezza
  • Conoscere la legislazione vigente in materia di sicurezza, salute, tecniche e rischi connessi all’attività
  • Saper gestire imprevisti e risolvere eventuali problemi
  • Piena conoscenza del macchinario, sia nella fase di montaggio, uso e smontaggio nonché delle procedure di manutenzione. Per questo deve essere addestrato nel processo di apprendimento di tutti i metodi possibili di utilizzo della piattaforma.


D. Lgs 81/08 Art. 73  – Informazione, formazione e addestramento

Coma 4. Il datore di lavoro provvede affinché i lavoratori incaricati dell’uso delle attrezzature che richiedono conoscenze e responsabilità particolari di cui all’articolo 71, comma 7, ricevano una formazione, informazione ed addestramento adeguati e specifici, tali da consentire l’utilizzo delle attrezzature in modo idoneo e sicuro, anche in relazione ai rischi che possano essere causati ad altre persone.

Nel caso di PLE:

Comma 5. In sede di Conferenza permanente per i rapporti tra Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano sono individuate le attrezzature di lavoro per le quali è richiesta una specifica abilitazione degli operatori nonché le modalità per il riconoscimento di tale abilitazione, i soggetti formatori, la durata, gli indirizzi ed i requisiti minimi di validità della formazione e le condizioni considerate equivalenti alla specifica abilitazione.


Gli addetti devono essere sottoposti a formazione specifica, secondo i contenuti previsti dall´Accordo Stato-Regioni del 22-2-2012 i soggetti addetti a condurre (manovrare) le piattaforme di lavoro mobili elevabili (le cosiddette PLE).

Nota: la semplice presenza sulla piattaforma per svolgere altre attività lavorative con affidamento del compito di manovrare ad altro soggetto non richiede la formazione specifica. Il corso previsto dall´Accordo Stato-Regioni del 22/2/2012 porta
all´abilitazione all´uso della PLE (e quindi è dovuto per il lavoratore “conduttore” della PLE stessa, non per l´eventuale lavoratore semplicemente trasportato si fa presente però che lo stesso dovrà utilizzare apposito DPI anticaduta e quindi adeguatamente formato in merito).






Svelt si occupa da sempre di produrre piattaforme aeree di qualità improntate su un concetto di massima sicurezza. Tutti i nostri prodotti sono verificati e certificati secondo le vigenti norme per la prevenzione degli infortuni. Proprio per avvalorare il concetto di sicurezza, da sempre alla base della nostra filosofia, ci occupiamo anche di formazione attraverso corsi approfonditi volti a creare personale competente sotto tutti i punti di visti richiesti dalle normative. Veniteci a trovare presso la nostra sede in Via delle Groane, 13 a Bagnatica, in provincia di Bergamo, o contattateci per ulteriori informazioni sui nostri corsi e prodotti al numero 035 681104 o inviandoci un email all’indirizzo svelt@svelt.it.